Lo stemma comunale

L'emblema comunale è stato concesso con Decreto della Presidenza della Repubblica dell'11 maggio 2004.

Lo stemma

Troncato: il primo, di rosso, alla borsa all'antica, d'oro, legata dello stesso, accompagnata nei fianchi da due forbici all'antica, di argento, poste in palo, con gli anelli all'ingiù e le lame aperte; il secondo, di azzurro, al castello di argento, murato di nero, di tre torri, la torre centrale bassa, merlate ognuna di tre alla guelfa, il fastigio privo di merli, le torri finestrate ognuna con finestrella tonda di nero, esso castello chiuso dello stesso e fondato in punta. Ornamenti esteriori a Comune.

Il gonfalone

Drappo di bianco con la bordatura di rosso.

Interpretazione

La borsa e le forbici sono i simboli più comuni con i quali viene identificato Sant'Omobono Tucenghi, il mercante e sarto cremonese probabile esponente della famiglia Tucenghi la quale avrebbe fondato (o avrebbe avuto forti relazioni) con il nostro borgo. Il castello ricorda l'esistenza documentata di una fortificazione di cui rimangono alcune tracce.

Bibliografia

  • Ferruccio Caramatti, Progetto per lo stemma e il gonfalone comunali, Ticengo, 2003.
  • Emblemi concessi dal Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del Consiglio, nell'anno 2004, nel sito governo.it.

Servizio di newsletter

Vuoi essere regolarmente informato sulle attività amministrative?
Iscrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere sempre informato sulle notizie ed eventi...

Premendo il pulsante "Iscrivimi" sarai indirizzato ad una pagina per confermare il trattamento dei dati personali.

Iscrivimi

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies
free hit counter